Chi siamo - Il cammino delle Falesie Preistoriche - Identità Mediterranee

Laboratorio archeologia sperimentale: le tre tecniche di lavorazione dell'argilla

Mercoledì 03 Gennaio 2018

Laboratorio archeologia sperimentale: le tre tecniche di lavorazione dell'argilla

Nel Neolitico, con lo sviluppo dell'agricoltura,  crebbe la necessità di conservare in modo idoneo i cereali e gli altri vegetali, di trasportarli in sicurezza da un luogo all'altro e di cuocerli sul fuoco. Per ovviare a queste nuove necessità, le comunità iniziarono a realizzare delle ciotole e contenitori in terracotta, ossia  in argilla lavorata a mano, essiccata e poi cotta, perfetti per assolvere alle varie esigenze d'uso richieste.

Durante il primo laboratorio di archeologia sperimentale del 2018, i membri del progetto hanno sperimentato le tre tecniche di lavorazione dell'argilla utilizzate dai nostri antenati del Neolitico: l'espansione da blocco, tecnica a colombino e a bandella. Hanno così potuto realizzare dei recipienti di varie dimensioni e finalità, continuando il loro cammino attraverso la preistoria.